Arriva il prefisso unico per riconoscere i call center: è lo 0844

TPI

Imagine del articolo

PREFISSO 0844 – Un numero, uno e uno soltanto.

Per semplificare la vita di tutti noi arriva una novità che riguarda i nostri telefoni: il Garante per le comunicazioni ha deciso che le offerte commerciali – quelle che arrivano dagli operatori che ci propongono un nuovo abbonamento per il cellulare, per Internet a casa o per la pay-tv, per intenderci i call center – dovranno essere immediatamente riconoscibili sugli schermi degli smartphone.

Nessuna sorpresa quindi quando sentiremo squillare il cellulare, nessun operatore nascosto dietro un numero privato o un prefisso magari estero.

Il nuovo magic number è lo 0844, prefisso unico per “ricerche di mercato e pubblicità”.

Il sistema entrerà a regime entro gennaio 2019.

Prefisso 0844 e gli altri numeri di telemarketing

A riportarlo è Repubblica che ci informa anche di una possibile scorciatoia a disposizione delle aziende. Anche qui, insomma, fatta la legge trovato il cosiddetto ‘inganno’, in questo caso ai danni del consumatore:

“Il Garante ha individuato il numero “magico”, una regola di trasparenza che a dire il vero era già prevista dalla legge numero 5 del 2018 (in Gazzetta Ufficiale dal 3 febbraio). C’è però una scappatoia: un call center – incaricato di condurre una campagna di offerte per una società come Tim o Sky, ad esempio – potrà anche evitare lo 0844. Utilizzerà – come fa già oggi – un numero che inizia per zero (come se fosse di una città) oppure un numero che inizia per 3 (come se fosse di un cellulare). Ma il cittadino avrà, anche in questo secondo caso, un nuovo strumento di difesa. Ovviamente resterà libero di non rispondere alla telefonata perché non conosce quel numero. Subito dopo il cittadino potrà richiamare e raggiungere l’utenza dalla quale è partita la chiamata. Questa possibilità oggi gli è negata”.

Ci sarà inoltre un altro prefisso, lo 0843 che “sarà in dotazione ai call center che ci raggiungono per indagini di tipo statistico, con l’eccezione dell’Istat che avrà una sua cifra particolare”.

Fonte dell'articolo: Vedi su TPI
Alessio Samele 31 ottobre 2018

L'Associazione mette a disposizione corsi di formazione on line, erogati da un ente certificatore esterno, in grado di rilasciare un attestato ad ogni singolo partecipante.

I corsi sono creati per le specifiche esigenze degli operatori di call center, hanno una durata di 45 minuti circa e prevedono l’accesso finale ad un test per il rilascio di un attestato individuale.

NEWS RECENTI

21 gennaio 2019

Call center, Assocontact: “Serve impegno di tutti i committenti”

La “ricetta” dell’associazione contro la crisi del settore: “Coinvolgere le aziende Telco, Media e Banking”. E sul decreto Dignità: “Provvedimento con giuste finalità ma che non riesce a garantire la tutela occupazionale“ ...

21 gennaio 2019

CALL CENTER, ASSOCONTACT: “TAVOLO MISE PRIMO PASSO CONTRO CRISI DEL SETTORE. ORA E’ NECESSARIO L’INTERVENTO DELLE COMMITTENZE”

Assocontact, l’associazione dei call e contact center in outsourcing aderente a Confcommercio, plaude all’iniziativa del MISE per trovare una soluzione di sistema alla perdurante crisi del settore ma ribadisce l’importanza di avere al tavolo tutte le committenze: Telco, Energy, Med...

27 novembre 2018

Telemarketing, Assocontact ospite di Mi Manda Rai Tre

Stamattina Lelio Borgherese, vice presidente di Assocontact, è stao ospite della trasmissione tv di Rai Tre, Mi Manda Rai Tre, condotta dal giornalista Salvo Sottile per parlare di come prevenire il fenomeno delle truffe telefoniche  ...