Continuano le chiamate indesiderate. Tv2000 ospita Assocontact e OIC

Tv2000 Vediamoci Chiaro

Imagine del articolo

Sono tante le iniziative in campo per innalzare attenzione e difesa dei diritti di cittadini e consumatori ma minacce e raggiri continuano. Il Presidente di Assocontact Lelio Borgherese e il Presidente di OIC Raffaella Grisafi proseguono nella campagna di informazione e sensibilizzazione a vantaggio di cittadini, istituzioni e stakeholder. Obiettivo: non abbassare mai la guardia.

 
Il Rop si è dimostrato infatti uno strumento utile ma imperfetto che oggi fa da argine alle chiamate indesiderate per troppi pochi utenti e in modo troppo poco vigoroso. Raffaella Grisafi spiega bene una parte del problema (un ecosistema è tanto più forte quanto più è partecipato; tanti più cittadini si iscriveranno tanto meglio funzionerà il ROP) ed enfatizza il ruolo che ciascun cittadino ha in una battaglia che si riapre ogni qual volta cediamo consapevolmente o inconsapevolmente il permesso a usare i nostri dati. 
Ecco perchè l'attenzione di media e attori del telemarketing deve restare alta. 

Lelio Borgherese illustra ancora una volta i punti del Decalogo stilato da Assocontac e OIC proprio con l'obiettivo di rendere i cittadini consapevoli e capaci di opporre una ferma resistenza davanti ai tentativi di truffa. Ma il focus deve spostarsi oltre, verso azioni di sistema come il Codice di Condotta, voluto in primis da Assocontact e oggi condiviso e sponsorizzato da tutti i principali attori di filiera, da Confindustria a Confcommercio, da Asstel alle associazioni di List Provider. L'attesa per la promulgazione del Codice è, legittimamente, molto alta. Si tratta infatti di uno strumento innovativo sia perché finalmente coinvolge tutti gli attori, sia perché le norme di comportamento e il rafforzamento dei sistemi di tutela dei dati diventeranno cogenti. 
Il Codice di Condotta può rappresentare una svolta - anche più del ROP - soprattutto se unito all'adozione di strumenti di difesa più forti e tecnologicamente avanzati. Se fino a oggi la battaglia contro il telemarketing illegale è stata soprattutto una battaglia "culturale" tesa a distinguere legali e illegali e a far emergere i danni irreparabili che questi ultimi hanno determinato per i cittadini e le famiglie ma anche per le imprese del settore e per i grandi committenti - ossia per una grande fetta della nostra economia -, oggi la battaglia si è spostata sul filo dell'innovazione. Eretto un primo muro a difesa dei consumatori, gli "attaccanti" hanno escogitato strumenti più raffinati come lo spoofing - il camuffamento dei numeri di telefono per aggirare la diffidenza delle persone - e ciò richiede un salto di qualità anche degli strumenti di difesa. Assocontact da oltre un anno propone l'adozione della Blockchain, dei Golden Number e delle tecnologie anti spoofing per reggere l'urto di una nuova ondata di criminalità. 

Il problema riguarda tutti: in una società sempre più digitale e automatizzata dove si moltiplicano transazioni e pratiche eseguite on line il tema della trustability è centrale. La sfiducia è molto più che sabbia negli ingranaggi, è un vera e propria barriera posta di traverso al cammino di digitalizzazione che, se interrotto o incompleto, lascerà i cittadini senza diritti, le imprese senza clienti, l'Italia senza crescita. 
 

Fonte dell'articolo: Vedi su Tv2000 Vediamoci Chiaro
18 ottobre 2022

NEWS RECENTI

9 febbraio 2024

EVENTO

29 novembre 2023

Assocontact, dai Call & Contact center giro d'affari di 6 miliardi

Presentata alla Camera, su iniziativa dell'Onorevole Eliana Longi di Fratelli d'Italia, la proposta di legge per la regolamentazione e il rilancio del settore dei Call & Contact Center che mette al centroi diritti di lavoratori e consumatori, tutelando la sicurezza dei dati personali di ...

14 novembre 2023

Sospetto Spam: Presentato oggi alla Camera dei Deputati il dossier shock sulle app anti-spam

Dovrebbero proteggerci da chi ha usato i nostri dati per fare telemarketing illegale, ma invece violano la privacy e collezionano dati personali che rivendono sul mercato: la scarsa trasparenza delle App anti-spam denunciata in un esposto     ...

22 giugno 2023

Decreto Lavoro, via libera del Senato all'utilizzo della Clausola Sociale nei cambi appalto nei mercati STG e poi nel libero mercato

Il Senato ha approvato l'emendamento che obbliga all'utilizzo della Clausola Sociale nei cambi appalto nei mercati STG e poi nel libero mercato. È un primo passo e la strada è lunga, ma è uno step deciso nella direzione da sempre indicata da Assocontact e decisivo per la...