Call Center: Un nuovo codice etico, nuove regole a favore del settore

Imagine del articolo


Roma, 24 novembre - Ieri il comitato di Presidenza di Assocontact, l’associazione nazionale di contact center in outsourcing, ha presentato la bozza del nostro nuovo Codice Etico alla Presidente della Commissione attività produttive della Camera dei Deputati, Barbara Saltamartini, che ha apprezzato lo sforzo di identificare nuove regole a favore del mercato e dei consumatori.

La Presidente Saltamartini ha compreso l’esigenza di superare l’attuale “Protocollo d’intesa” che ha definito le “regole d’ingaggio” tra committenza ed outsourced, per definire nuove politiche di pricing eque e tali da remunerare tali attività salvaguardando gli equilibri dell’intera filiera, a tutela anche della qualità del servizio erogato ai consumatori e cittadini.

Il nuovo Codice Etico, non appena perfezionato con il contributo della committenza, verrà discusso in un nuovo convegno ad inizio 2019, alla presenza di istituzioni, committenti, società di contact center in outsourcing e associazioni dei consumatori.

24 novembre 2018

NEWS RECENTI

14 aprile 2021

Call center trasformati in Hub vaccinali. Borgherese: "Pronti a dare il nostro contributo"

Sedici Centri di somministrazione vaccinale in 6 regioni pronti a somministrare oltre 1.000 vaccini al giorno per mettere al sicuro subito 20.000 persone tra dipendenti e familiari ed estendere poi la somministrazione alla popolazione locale. ...

15 marzo 2021

Franz Di Bella racconta agli studenti come contrastate il Telemarketing illegale

Continuano le attività di promozione e divulgazione delle attività di Assocontact per contrastare il telemarketing illegale ...

2 marzo 2021

Telemarketing illegale, come smascherarlo e difendersi. Guida per consumatori

"Oggi anche il telemarketing è profondamente cambiato. Non si tratta più solo di vendere prodotti e servizi al telefono" ...

24 febbraio 2021

Pasquale Stanzione: “Estensione del Roc e multe per contrastare il telemarketing selvaggio”

Il Presidente dell’Autorità Garante per la protezione dei dati personali: “Serve però il coinvolgimento di tutti per difendere la libertà e i diritti di consumatori e lavoratori, così come la leale competitività tra imprese private” ...