Call center, Assocontact: “Stop illegalità, governo intervenga”

Imagine del articolo

Statte, Crispiano e oggi Monteiase. Ogni giorno “viene scoperto” un nuovo garage trasformato in call center. Per Assocontact si tratta di organizzazioni criminali che sfruttano gli strumenti e l’organizzazione propri di un call center per perpetrare attività illegali nei confronti dei lavoratori e dei consumatori.

“Assocontact è in prima linea nel contrastare persone, organizzazioni e attività criminali all’interno del settore – sottolinea Lelio Borgherese, Presidente di Assocontact – Lo abbiamo fatto a fianco delle Associazioni e delle Istituzioni che tutelano i consumatori e lo stiamo facendo con il Governo al quale abbiamo proposto un disegno di legge incentrato sul Bollino Blu, un marchio di riconoscimento e valorizzazione delle imprese serie, affidabili e innovative. E lo faremo con sempre più forza coinvolgendo tutti gli attori del comparto, perché l’alleanza tra Istituzioni, Sindacati, Imprese, Associazioni di categoria, Committenti e Cittadini è l’unico modo per cambiare definitivamente volto al nostro lavoro”.

Il fatto che esistano degli operatori illegali che operano nell’industria dei contact center, non può e non deve diventare il problema di tutto il settore e lo stigma che ne accompagna la reputazione. Sfruttamento, assenza di diritti, strutture inadeguate, insicurezza sul lavoro, attività illegali sono comportamenti che vanno contrastati in tutte le attività produttive e che infatti in altri campi ricevono l’opportuna attenzione.

“Per completare il virtuoso percorso che ci permetta di tirare una netta linea di demarcazione tra chi fa impresa in modo serio e onesto e chi non la fa, chiediamo al Legislatore e alle Autorità competenti di dare un segnale chiaro. Chiediamo – conclude Borgherese – anche ai media di non commettere l’errore di far coincidere queste pratiche con le caratteristiche di un intero ambito, che esprime invece numerose eccellenze industriali e che ha dimostrato durante il drammatico lockdown causato dal Covid-19 la sua essenzialità per i cittadini soli in casa ma non isolati grazie alle migliaia di operatrici e operatori del customer care”.

 

CorCom

22 luglio 2020

NEWS RECENTI

8 giugno 2022

Assemblea Annuale Assocontact 2022

Il contributo dei Contact Center all'economia e alla digitalizzazione del Paese ...

5 aprile 2022

Registro pubblico opposizioni: come fare se persiste il telemarketing illegale

Il 27 luglio 2022 sarà il D-Day dei consumatori: grazie all’iscrizione al Registro pubblico delle Opposizioni chi lo desidera potrà non essere mai più contattato dagli operatori di telemarketing. ...

23 febbraio 2022

Telemarketing illegale: come difendersi?

"Stiamo mettendo in campo delle azioni chiare e concrete per espellere tutti gli operatori poco seri e siamo fiduciosi che la strada percorsa sia quella giusta". ...

10 febbraio 2022

Telemarketing: ecco perché quello legale va tutelato

In molti hanno salutato il nuovo registro delle opposizioni come lo scacco matto al telemarketing selvaggio, ma non è così: il nodo cruciale degli operatori illegali che continuano a chiamare ignorando ogni norma e strumento, registro compreso, non è affatto risolto. Il pun...