Call center: siglato accordo tra Cgil, Cisl, Uil, Ugl e Assocontact

Imagine del articolo

Prestazioni sanitarie per i collaboratori attraverso un Piano sanitario integrativo, graduatoria di prelazione e stabilità delle remunerazioni: questi i punti alla base dell'accordo tra Assocontact, l’associazione aderente a Confindustria Digitale che rappresenta le società che gestiscono servizi di Contact Center, insieme ad Asstel e i sindacati rappresentativi di Cgil, Cisl, Uil e Ugl.

"Un quadro che soddisfa le nostre imprese e i nostri collaboratori”, dichiara Paolo Sarzana, presidente Assocontact. “Abbiamo trovato una buona intesa, frutto della serietà delle nostre argomentazioni e delle ragioni del sindacato”. “Un passo avanti importante per il settore” - continua Sarzana - “che potrà procedere nell'attività out-bound, fondamentale per il supporto commerciale delle imprese committenti”.

In un momento di grave difficoltà, la stabilità è un fattore determinante ed averlo raggiunto è un traguardo indispensabile.

Ora l’auspicio è che il sindacato torni a lavorare a fianco delle imprese per la crescita del nostro settore e dei tanti lavoratori che rappresentiamo.

Ufficio Stampa

Alessio Samele

a.samele@retionline.it

3208450132

Alessio Samele 4 agosto 2017

NEWS RECENTI

30 luglio 2020

Un esercito di amici

Contact Center: consulenti competenti, cortesi e soddisfatti ...

22 luglio 2020

Call center, Assocontact: “Stop illegalità, governo intervenga”

Il Presidente Borgherese: “Organizzazioni criminali perpetrano attività illegali nei confronti dei lavoratori e dei consumatori. Subito la legge sul bollino blu” ...

11 giugno 2020

Customer care, Assocontact lancia la prima call for ideas

Il settore dei call center riparte dall’innovazione con la sua prima Call for ideas dedicata ai giovani talenti e alle startup per ripensare insieme il mondo dei servizi verso cittadini e consumatori.   ...