Call center, Assocontact: “Stop illegalità, governo intervenga”

Imagine del articolo

Statte, Crispiano e oggi Monteiase. Ogni giorno “viene scoperto” un nuovo garage trasformato in call center. Per Assocontact si tratta di organizzazioni criminali che sfruttano gli strumenti e l’organizzazione propri di un call center per perpetrare attività illegali nei confronti dei lavoratori e dei consumatori.

“Assocontact è in prima linea nel contrastare persone, organizzazioni e attività criminali all’interno del settore – sottolinea Lelio Borgherese, Presidente di Assocontact – Lo abbiamo fatto a fianco delle Associazioni e delle Istituzioni che tutelano i consumatori e lo stiamo facendo con il Governo al quale abbiamo proposto un disegno di legge incentrato sul Bollino Blu, un marchio di riconoscimento e valorizzazione delle imprese serie, affidabili e innovative. E lo faremo con sempre più forza coinvolgendo tutti gli attori del comparto, perché l’alleanza tra Istituzioni, Sindacati, Imprese, Associazioni di categoria, Committenti e Cittadini è l’unico modo per cambiare definitivamente volto al nostro lavoro”.

Il fatto che esistano degli operatori illegali che operano nell’industria dei contact center, non può e non deve diventare il problema di tutto il settore e lo stigma che ne accompagna la reputazione. Sfruttamento, assenza di diritti, strutture inadeguate, insicurezza sul lavoro, attività illegali sono comportamenti che vanno contrastati in tutte le attività produttive e che infatti in altri campi ricevono l’opportuna attenzione.

“Per completare il virtuoso percorso che ci permetta di tirare una netta linea di demarcazione tra chi fa impresa in modo serio e onesto e chi non la fa, chiediamo al Legislatore e alle Autorità competenti di dare un segnale chiaro. Chiediamo – conclude Borgherese – anche ai media di non commettere l’errore di far coincidere queste pratiche con le caratteristiche di un intero ambito, che esprime invece numerose eccellenze industriali e che ha dimostrato durante il drammatico lockdown causato dal Covid-19 la sua essenzialità per i cittadini soli in casa ma non isolati grazie alle migliaia di operatrici e operatori del customer care”.

 

CorCom

22 luglio 2020

NEWS RECENTI

30 luglio 2020

Un esercito di amici

Contact Center: consulenti competenti, cortesi e soddisfatti ...

11 giugno 2020

Customer care, Assocontact lancia la prima call for ideas

Il settore dei call center riparte dall’innovazione con la sua prima Call for ideas dedicata ai giovani talenti e alle startup per ripensare insieme il mondo dei servizi verso cittadini e consumatori.   ...

20 aprile 2020

Assocontact: nei call center con Covid smart working oltre 50%

L'emergenza coronavirus ha radicalmente cambiato il mondo del lavoro un cambiamento che il Presidente di AssoContact Lelio Borgherese racconta così ...