Paolo Sarzana al timone di Assocontact

CorCom

Imagine del articolo

Paolo Sarzana presidente di Assocontact, l’associazione dei contact center in outsourcing aderente a Confindustria Digitale e che rappresenta e tutela le aziende del settore. L'assemblea nazionale ha nominatoa anche Piermaria Salvagno (Call2net) e Lelio Borgherese (Network Contacts) sono stati nominati vice presidenti dell’associazione.

“Come nuovo presidente - dice Sarzana, già vicepresidente di Teleperformance Italia - sosterrò con il massimo impegno il ruolo di rappresentanza di Assocontact presso tutti gli interlocutori, in una fase così delicata del rinnovo contrattuale e regolamentare del settore, attraverso un costruttivo confronto con le istituzioni e le associazioni sindacali maggiormente rappresentative, consapevole delle enormi difficoltà di questo mercato e delle tematiche cui trovare una soluzione”.

 

Fonte dell'articolo: Vedi su CorCom
7 febbraio 2017

L'Associazione mette a disposizione corsi di formazione on line, erogati da un ente certificatore esterno, in grado di rilasciare un attestato ad ogni singolo partecipante.

I corsi sono creati per le specifiche esigenze degli operatori di call center, hanno una durata di 45 minuti circa e prevedono l’accesso finale ad un test per il rilascio di un attestato individuale.

NEWS RECENTI

19 novembre 2017

Margini in caduta per i call center

«L’attività nel nostro settore – spiega Paolo Sarzana, presidente di Assocontact – presenta livelli di remunerazione talmente bassi che per molte realtà non ne garantiscono la sopravvivenza. E se è vero che in questo momento non ci sono crisi attive, &egr...

17 novembre 2017

Call center, incentivi all'occupazione solo alle imprese "certificate"

L'emendamento alla legge di Bilancio presentato dall senatrice Pd, Stefania Pezzopane: bonus solo in presenza di sadempimento di obblighi fiscali e rispetto dei contratti collettivi. Assocontact: "Garanzia anti-dumping" ...

16 novembre 2017

L. DI BILANCIO, Call Center: incentivi all’occupazione giovanile solo alle imprese con certificazione di qualità

Limitare l’applicazione dell’incentivo strutturale all’occupazione giovanile alle sole imprese di call center che siano in possesso della certificazione di qualità e requisiti specifici quali l’adempimento di obblighi fiscali, rispetto dei contratti collettivi e l&rsqu...