CALL CENTER, ASSOCONTACT: “GARA CONSIP, IMPORTANTE APPLICARE LE REGOLE SUL COSTO DEL LAVORO MINIMO”

Imagine del articolo

Assocontact, l’Associazione che rappresenta le imprese che gestiscono servizi di Call Center, auspica che il bando di gara sui contact center indetto dalla Consip sia l’occasione per applicare finalmente le regole che definiscono il costo di lavoro minimo sotto il quale non può essere assegnata l’attività, così come previsto dal Decreto Direttoriale del 123/2017 del Ministero del Lavoro.

“L’occasione è importante per imprimere insieme una nuova linea che riporti dignità ad un settore troppo spesso ostacolato e soggetto in passato a gare al massimo ribasso che hanno contribuito a penalizzare il lavoro di migliaia di dipendenti del settore, costituito per la maggior parte da giovani”, dichiara Paolo Sarzana, presidente di Assocontact.

Ufficio Stampa

Alessio Samele

a.samele@retionline.it

3208450132

Alessio Samele 14 marzo 2018

L'Associazione mette a disposizione corsi di formazione on line, erogati da un ente certificatore esterno, in grado di rilasciare un attestato ad ogni singolo partecipante.

I corsi sono creati per le specifiche esigenze degli operatori di call center, hanno una durata di 45 minuti circa e prevedono l’accesso finale ad un test per il rilascio di un attestato individuale.

NEWS RECENTI

11 ottobre 2018

Telemarketing: rivoluzione in corso - 14 novembre, ore 9.30, Roma

Il 14 novembre 2018, ore 9.30 si terrà il convegno "Telemarketing: rivoluzione in corso" ...

3 ottobre 2018

Call Center, Assocontact ospite di Mi Manda Rai Tre

Come salvaguardare le aziende di callcenter e difendere i consumatori dalle pratiche illecite di telemarketing, il presidente Paolo Sarzana è stato stamattina ospite di Mi Manda Rai Tre, su Rai Tre.   ...

2 ottobre 2018

Stipendi più alti per gli addetti ai call center, ecco il decreto

Adottato dal ministero del Lavoro il provvedimento che aggiorna il costo medio orario non in base ai minuti effettivi della singola chiamata ma considerando le pause previste dalla legge e i tempi di “inoccupancy”. Con effetti importanti sulle buste paga. Deroghe solo in casi eccezionali...