Assocontact: “Il protocollo d’intesa un interessante passo avanti ma uno strumento non risolutivo: è necessaria una completa riforma del settore”

Imagine del articolo

Il protocollo d’intesa sui servizi di call center firmato oggi a Palazzo Chigi da 13 primarie aziende committenti alla presenza del Presidente del Consiglio Gentiloni e del Ministro Calenda, è un primo interessante passo avanti verso l’intento di normalizzazione del mercato, per indirizzare l’erogazione di tali servizi verso il consumatore e cittadino con livelli di qualità sempre maggiori e tali da prevedere una remunerazione equa per le società fornitrici.

Il Protocollo non prevede però parametri ancora particolarmente vincolanti su come erogare i servizi o gli obblighi per le aziende che non vi aderiscono o in materia di pricing, ma è stata anticipata una nuova fase di approfondimento ed implementazione attraverso un “tavolo tecnico”.

Assocontact, l’associazione nazionale dei call center in outsourcing aderente a Confindustria Digitale, apprezza lo sforzo raggiunto dal Ministro Calenda ed è a disposizione del Ministero dello Sviluppo Economico per poter offrire ogni contributo tecnico rispetto alle nuove fasi previste a sostegno del settore.

“E’ oggi più che mai necessario rimettere in equilibrio il mondo dei call center, nel quale il servizio offerto non è ancora remunerato a livelli tali da sostenere l’equilibrio economico delle tante società di out-sourcing che vi operano e che rappresentano, complessivamente, circa 80.000 lavoratori”, ha dichiarato Paolo Sarzana, presidente Assocontact.

E’ necessaria una vera riforma del settore, con una Legge che obblighi tutti a rispettare regole più stringenti.

Ufficio Stampa
Alessio Samele
a.samele@retionline.it
3208450132

Alessio Samele 4 maggio 2017

L'Associazione mette a disposizione corsi di formazione on line, erogati da un ente certificatore esterno, in grado di rilasciare un attestato ad ogni singolo partecipante.

I corsi sono creati per le specifiche esigenze degli operatori di call center, hanno una durata di 45 minuti circa e prevedono l’accesso finale ad un test per il rilascio di un attestato individuale.

NEWS RECENTI

21 giugno 2018

Call Center, la difesa del posto di lavoro

Giovedì 21 a L’Aquila si parlerà del mondo dei call center un settore produttivo che rappresenta una risorsa per L’Abruzzo.  ...

21 giugno 2018

Call Center, la difesa del posto di lavoro

Giovedì 21 a L’Aquila si parlerà del mondo dei call center un settore produttivo che rappresenta una risorsa per L’Abruzzo. ...

12 giugno 2018

Quasi tutto quello che pensi dei call center è falso. Parola di chi ci lavora

Da quando ho iniziato a chiamare al telefono le persone per guadagnarmi da vivere, mi sono reso conto di quanto la realtà dei Call Center si distanzi dal racconto che ne viene fatto.   ...